fbpx

A soli cinque giorni dal termine delle votazioni online (è possibile ancora esprimere le proprie preferenze fino al 16 febbraio sul sito www.italiansportraitawards.it) andiamo a scoprire meglio le squadre italiane candidate agli Italian Sportrait Awards 2020 nella categoria Team Giovani, protagoniste di un’annata molto positiva che può far ben sperare gli appassionati del Bel Paese in vista delle prossime stagioni.

Nell’elenco delle finaliste non poteva certamente mancare la Nazionale italiana femminile di ginnastica artistica, formata da un gruppo fantastico di ragazze nate nel 2003 che lo scorso 8 ottobre ha scritto una pagina indelebile della storia del movimento ginnico azzurro. Le “Fate”, guidate da Enrico Casella, hanno compiuto un’impresa epica in occasione della finale del team event dei Mondiali Senior di Stoccarda conquistando un’insperata medaglia di bronzo (l’Italia non saliva sul podio iridato nella gara a squadre da 69 anni) e la qualificazione alle Olimpiadi.

Il 2019 della pallanuoto maschile azzurra non è stato trionfale solo grazie al quarto titolo iridato conquistato dal Settebello a Gwangju, ma anche per l’emozionante cammino che ha portato la Nazionale Under 17 a vincere l’Europeo di categoria a Tbilisi battendo la Spagna in finale. Trascinati nell’atto conclusivo dai gol di capitan Ferrero e Cassia, gli azzurrini hanno completato un percorso incredibile cominciato in precedenza con Ferdinando Pesci, allenatore della Nazionale Under 17 scomparso per un infarto poco prima dell’inizio della manifestazione.

Spostando il focus sulle Nazionali giovanili del calcio italiano, va indubbiamente evidenziato l’ottimo percorso dell’Under 17 maschile guidata dal C.T. Carmine Nunziata. Gli azzurrini hanno dimostrato grandi qualità arrivando ad un soffio dal primo oro europeo Under 17 della storia (sconfitti in finale per 4-2 dall’Olanda) e raggiungendo in seguito i quarti di finale al Mondiale di categoria prima di cedere il passo ai futuri campioni del Brasile.

Prosegue la crescita di uno degli equipaggi più interessanti del canottaggio giovanile italiano, il doppio junior formato da Matteo Sartori e Nicolò Carucci. La coppia azzurra si è resa protagonista di una stagione di primo piano a livello internazionale raccogliendo un argento europeo (alle spalle della Germania per 1″12) ed un bronzo mondiale (dietro ad Australia e Germania) molto incoraggianti in vista del passaggio di categoria tra i senior.

Concludiamo il quadro delle finaliste con la Nazionale italiana junior di ginnastica ritmica, capace di brillare in occasione degli ultimi Campionati del Mondo di categoria a Mosca. L’Italia ha concluso la rassegna iridata in seconda posizione nel medagliere (alle spalle delle dominatrici russe) conquistando ben cinque medaglie d’argento complessive (due individuali, tre di squadra) tra cui quella nel concorso generale a squadre, nella Team Competition e nella finale di specialità a squadre coi 5 cerchi.