fbpx

Una delle grandi novità degli Italian Sportrait Awards 2020 riguarda le due nuove categorie riservate alle squadre (collettivi formati da almeno due atleti), che avranno così un riconoscimento a parte rispetto agli sportivi individuali. Quest’oggi andiamo a conoscere meglio le nomination per la categoria Team Top, ricordando che potete ancora esprimere fino al 16 febbraio le vostre preferenze sul sito www.italiansportraitawards.it.

La pallanuoto maschile è da sempre una delle colonne portanti dello sport azzurro, ma lo scorso luglio il Settebello ha compiuto una vera e propria impresa sovvertendo il pronostico della vigilia e conquistando un indimenticabile titolo iridato al termine di una cavalcata meravigliosa. A Gwangju, gli azzurri guidati dal C.T. Sandro Campagna hanno fatto fatica ad ingranare nella fase a gironi per poi salire notevolmente di colpi nel momento più importante della manifestazione con le meravigliose vittorie contro Grecia, Ungheria e Spagna che hanno permesso all’Italia di salire per la quarta volta nella storia sul tetto del Mondo (dopo otto anni di digiuno) e di qualificarsi per l’Olimpiade di Tokyo.

Il 2019 è stato anche l’anno del calcio femminile, con la Nazionale Italiana che ha incollato davanti alla tv milioni di spettatori durante il Mondiale in Francia grazie ad un percorso bellissimo interrotto proprio sul più bello, ad un passo da una storica qualificazione olimpica. Le azzurre, qualificate per la prima volta al Mondiale dopo 20 anni di assenza sotto la guida del C.T. Milena Bertolini, hanno sorpreso tutti chiudendo addirittura in testa il proprio raggruppamento (davanti a due corazzate come Australia e Brasile) e battendo la Cina agli ottavi prima di uscire di scena senza grossi rimpianti contro una fortissima Olanda.

Presenti tra le cinque finaliste anche le “Farfalle” della ginnastica ritmica azzurra, reduci da una stagione leggermente al di sotto delle aspettative ma comunque di altissimo livello in campo internazionale. Il gruppo guidato da Emanuela Maccarani è rimasto infatti ai piedi del podio nell’all-around dei Mondiali di Baku con un beffardo quinto posto, riuscendo però a conquistare la medaglia di bronzo di specialità con cerchi e clavette alle spalle di Russia e Giappone. Le azzurre si sono distinte anche in Coppa del Mondo raccogliendo un terzo posto a Pesaro ed un secondo posto a Sofia nel concorso generale.

Uno dei fiori all’occhiello dello sport nostrano è indubbiamente quello della Nazionale di fioretto femminile, capace di regalare successi memorabili nel corso degli ultimi decenni in campo mondiale e olimpico. Il “Dream Team” composto dalle varie Elisa Di Francisca, Alice Volpi, Arianna Errigo, Camilla Mancini e Martina Batini è salito sul podio in entrambi i grandi eventi del 2019 confermandosi stabilmente nell’elite globale della disciplina con il bronzo agli Europei (sconfitta in semifinale con la Russia) e con l’argento ai Mondiali maturato al termine di una finalissima persa di una sola stoccata contro le eterne rivali della Russia.

Dopo aver vinto nella scorsa edizione il premio nella categoria top donne, quest’anno la Nazionale italiana di pallavolo femminile è candidata al successo tra i “Team Top”. Il sestetto allenato dal C.T. Davide Mazzanti non ha fallito l’appuntamento più importante del 2019, demolendo per 3-0 l’Olanda a Catania e conquistando così la qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo, in cui andrà a caccia della prima storica medaglia a Cinque Cerchi della nostra storia. Paola Egonu e compagne si sono tolte anche la soddisfazione di tornare sul podio continentale dopo 10 anni di digiuno, raccogliendo un prezioso bronzo agli Europei dietro a Serbia e Turchia.