fbpx

Il conto alla rovescia verso la fine delle votazioni online continua a scorrere (sarà possibile esprimere le proprie preferenze fino al 16 febbraio sul sito www.italiansportraitawards.it) e oggi andiamo a scoprire meglio le cinque finaliste degli Italian Sportrait Awards 2020 nella categoria giovani donne, grandi protagoniste delle rispettive discipline a livello giovanile e già capaci di distinguersi anche tra le senior.

Seconda nomination consecutiva per Giorgia Villa, che proverà a migliorare il risultato della scorsa edizione andando a caccia della vittoria. La 16enne di Brembate, punta di diamante della Nazionale italiana femminile di ginnastica artistica, ha infatti proseguito il suo percorso di crescita dopo un 2018 trionfale a livello giovanile (oro individuale agli Europei Junior e alle Olimpiadi Giovanili) raccogliendo un sesto posto nell’all around agli Europei Senior e contribuendo all’impresa delle “Fate”, salite sul terzo gradino del podio ai Mondiali di Stoccarda nella finale a squadre.

Larissa Iapichino arriva per la prima volta nelle nomination degli Italian Sportrait Awards sulla scia di una stagione entusiasmante in cui ha fatto intravedere un potenziale davvero notevole anche in ottica dei Giochi Olimpici di Tokyo. La figlia di Fiona May, classe 2002, ha sorpreso tutti nel corso degli ultimi Campionati Italiani Allievi di atletica leggera firmando il nuovo record italiano under 20 nel salto in lungo con un pazzesco 6,64 (ottava prestazione italiana all-time) per poi aggiudicarsi la medaglia d’oro agli Europei Under 20 di Boras con un 6,58.

Candidata per il successo anche nel premio “Il Campione dei Ragazzi”, Benedetta Pilato si è guadagnata una nomination tra le migliori giovani dell’intero panorama sportivo italiano grazie ad una progressione memorabile che le ha permesso di registrare i nuovi record nazionali nei 50 metri rana (29″98 in vasca lunga, 29″32 in corta) e soprattutto di mettersi al collo le prime medaglie di peso a livello internazionale tra cui spicca l’argento ai Mondiali alle spalle di Lily King e l’oro agli Europei in vasca corta di fine stagione. La pugliese classe 2005 ha gareggiato anche nelle manifestazioni giovanili di primo piano, conquistando un oro europeo e un mondiale juniores nei suoi 50 rana.

L’Italia nel frattempo si gode un giovane talento anche nell’arrampicata sportiva, una delle nuove discipline inserite nel programma olimpico di Tokyo 2020. Stiamo parlando della 18enne romana Laura Rogora, esplosa negli ultimi dodici mesi con tre medaglie d’oro (lead, boulder e combinata) ai Mondiali Giovanili casalinghi di Arco e con uno splendido argento di specialità nel lead ottenuto agli Europei Senior di Edimburgo. A coronamento di un’annata fantastica è poi arrivato lo storico traguardo della qualificazione a Cinque Cerchi (nella combinata), raggiunto in occasione del torneo preolimpico di Tolosa.

Dopo aver vinto la passata edizione nella categoria “Rivelazione Donne” in coppia con Elena Bertocchi, Chiara Pellacani è stata inserita quest’anno individualmente nella lista delle cinque finaliste tra le “Giovani Donne”. La tuffatrice romana classe 2002 si è pienamente meritata la nomination dopo aver conquistato il secondo titolo europeo della carriera (dopo l’oro in sincro dal trampolino 3 metri nel 2018) imponendosi in coppia con Noemi Batki nella finale continentale di Kiev 2019 dalla piattaforma 10 metri, mentre a livello individuale si è distinta sempre in occasione degli Europei Senior con un quinto posto da 1 metro e con una bella sesta piazza dai 3 metri (specialità olimpica).